Let’s Talk

Creatività e business: perché un Master sull’arte.

Lo scenario professionale nel mondo dei beni culturali è cambiato radicalmente e impone la ricerca di una generazione creativa più completa, dinamica e con una visione globale capace di conseguire nuove opportunità.

LUISS Master of Art è un Master Universitario di I livello che insegna ai giovani tutte le nuove professioni collegate a: progettazione e allestimento museale, organizzazione di mostre, gestione di eventi artistici, catalogazione e archiviazione, ufficio stampa e promozione, collezionismo privato e pubblico, software e applicazioni di guida ai musei in multipiattaforma, conoscenza della normativa del settore, redazione ed editing di cataloghi.

L’esperienza di una Business School può fornire gli strumenti adatti per ottenere tali risultati. Questo è un master che crea nuove professionalità in un settore cruciale del nostro paese, per operare con gli strumenti del futuro in Musei pubblici e privati, Fondazioni, Gallerie d'arte, Case d'asta, Archivi e società di consulenza e di progettazione di modelli innovativi e digitali per l’arte, le gallerie e i musei.

IL CORSO LUISS MASTER OF ART HA UN OBIETTIVO PRIORITARIO: DARE PROTAGONISMO AGLI STUDENTI AFFIDANDOGLI LA PREPARAZIONE DI UNA MOSTRA D’ARTE IN TUTTE LE SUE FASI.

Achille Bonito Oliva
Responsabile scientifico LUISS Master of Art

Cosa imparerai in questo master

  • Allestire una mostra

    Un percorso esplorativo dei modi, intrecci e realizzazioni più o meno evidenti dell’interazione di spazio e opere.

  • Lavorare in una casa d’aste

  • Organizzare una mostra e un evento culturale

  • Curare l’editing di un catalogo d’arte

  • Lavorare in un ufficio stampa di settore

  • Conoscere la normativa del settore

“Non vogliamo insegnare come si conserva un’opera in senso pratico, ma mettere gli allievi nella condizione di decidere cosa fare o non fare; sapere quando intervenire e dialogare con i restauratori addetti all’azione. Una preparazione importante per i futuri addetti ai lavori.”

Giulia Putaturo
Restauratrice e docente del corso di Restauro dell’arte contemporanea.

Numeri del settore

I MUSEI, LE AREE ARCHEOLOGICHE E I MONUMENTI IN ITALIA

Sono 4.588 i musei e gli istituti similari, pubblici e privati, aperti al pubblico nel 2011, di cui 3.847 i musei, gallerie o collezioni, 240 le aree o parchi archeologici e 501 i monumenti e complessi monumentali (ISTAT, 2013).

I DATI

  • In Italia, quasi un comune su tre ospita almeno una struttura a carattere museale: un patrimonio diffuso quantificabile in 1,5 musei o istituti similari ogni 100 kmq e circa uno ogni 13 mila abitanti.
  • Le regioni con il maggior numero di istituti sono la Toscana (550), l’Emilia-Romagna (440) e il Piemonte (397). Nel Sud e nelle Isole è concentrato il 52,1% delle aree archeologiche, mentre al Nord sono localizzati il 48% dei musei e il 43,1% dei monumenti.
  • La maggior parte dei musei (il 63,8%) è di proprietà pubblica. Ben 1.909 istituti, pari al 41,6% del totale, appartengono ai Comuni e solo il 9% al Ministero competente; i musei statali, però, da soli, attraggono più di 40 milioni di visitatori (il 38,8% del totale).
  • Nel 2011, i visitatori hanno raggiunto la cifra di 103.888.764 unità.

E LE DIRETTRICI DI MIGLIORAMENTO

  • È straniero il 44,9% dei visitatori. Per oltre la metà degli istituti (53,3%) gli stranieri rappresentano però una componente minoritaria del pubblico: non più del 10% dei visitatori.
  • Solamente in poco più del 40% delle strutture espositive è presente personale in grado di fornire al pubblico informazioni in lingua inglese.
  • La maggior parte degli istituti museali italiani svolge la propria attività grazie a una quantità esigua di personale: circa l’80% degli istituti ha non più di 5 addetti e solo l’1,5% ne ha da 50 in su.
  • I musei italiani sono ancora poco presenti nel web. Solo la metà (50,7%) ha un proprio sito, il 42,3% pubblica online il calendario delle iniziative e degli eventi, il 22,6% diffonde una newsletter, il 16,3% permette l’accesso online a singoli beni selezionati e il 13,3% rende disponibile un catalogo online.


I profili che potrai avere nel futuro

I dati sul sistema dell'arte mostrano le numerose potenzialità del settore: il LUISS Master of Art prepara le diverse figure professionali che possono operare in questo ambito.

LUISS Master of Art ti fa entrare in contatto diretto con artisti, curatori, critici, direttori di musei, galleristi, giornalisti di settore, proponendo una panoramica su tutte le figure professionali del mondo dell’arte. Ascoltare le loro esperienze è lo stimolo per immaginare nuovi progetti culturali e per orientarsi di fronte a situazioni in cui, oltre alla preparazione teorica, è richiesta un’attitudine pratica.

Saverio Verini
DIplomato LUISS Master of Art ed. 2010-2011 e assistente curatore Fondazione Ermanno Casoli

DINAMISMO

L’insegnamento al Master of Art della LUISS rappresenta un’occasione ideale per strutturare didatticamente e concretizzare sotto il profilo comunicativo le mie competenze di storico dell’arte che opera da anni all’interno del mercato dell’arte nel settore fondamentale rappresentato dalle case d’asta.

Il mercato dei beni artistici è strutturalmente caratterizzato da un notevole dinamismo: all'interno del fragile tessuto delle professioni legate all'arte, il comparto commerciale sembra resistere alla crisi economica offrendo ancora delle opportunità interessanti, soprattutto per coloro che sono disposti a considerarlo nella sua globalità. Il corso mira a tenere insieme l’articolata dimensione pragmatica dell’attività di esperto di una casa d’aste e gli aspetti di carattere più teorico.

L’obiettivo è produrre negli studenti la maggiore consapevolezza e il più alto livello di controllo su tutte le fasi di cui è composto il lavoro: dal contatto con i clienti alla stima delle opere, dallo studio alla schedatura, dalla produzione del catalogo alla vendita dei beni. Il corso è arricchito da visite alle esposizioni che precedono le vendite all’incanto e da incontri con esperti delle principali case d’asta, con l'intento di fornire agli studenti un ampio ventaglio di conoscenze di base intorno al fenomeno nelle sue principali diramazioni e rendere loro più familiare il mondo del mercato dell’arte.

Luca Bortolotti
Storico dell’arte, docente di case d’asta.

Uno scambio di idee interessante e proficuo, gli allievi del LUISS Master of Art rispondono alle informazioni ed alle problematiche proposte con analisi, valutazioni e suggerimenti che potranno essere utilizzati per migliorare la fruizione pubblica dei musei.

Giovanna Alberta Campitelli
Storico dell’arte, direttore dell’Ufficio Ville e Parchi Storici della Soprintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale.

Achille Bonito Oliva

Italia Ora

Catarifrangenze. Artisti a confronto.

OSMOSIS - Preview

OSMOSIS - Domenico Romeo